Banca di Parma, si lavora verso l'avvio. L'augurio del vescovo CONVEGNO: LA BUONA GOVERNANCE CREA VALORE PER I SOCI? Incontro sullo stato d'avanzamento delle pratiche per l'esercizio dell'attività Bancaria 20 dicembre 2011 costituita la Banca di Parma 2013 apertura della nuova sede della Banca di Parma Educazione Finanziaria - Consulta e scarica il programma della seconda edizione
Banca di Parma verso l'ultimo step: L'autorizzazione di banca d'Italia
Raccolta impegni 1.508.300 euro
  • Banca di Parma,
    i soci sono quasi 1.600

    Banca Parma, i soci sono quasi 1.600

    Il vesovo Solmi: "Vicini alla gente"

    Il capitale sociale è a quota 6,4 milioni, pronte altre sottoscrizioni per 1 milione e 400 mila euro.

    Articolo completo Gazzetta di Parma>>

  • Verso l’autorizzazione
    Atto conclusivo per
    Banca di Parma

    INCONTRO il credito cooperativo come fattore di sviluppo delterritorio e della coesione sociale

    Molto attesa la decisione finale di Banca d’Italia

    Parma, 4 febbraio 2015 - Banca di Parma è arrivata all’ultimo atto, dopo due mesi di lavoro intensissimo, per rispondere alle ultime richieste di Banca d’Italia. La città è letteralmente accorsa per sottoscrivere le lettere d’impegno all’aumento di capitale, tanto che si è sfondato il milione e mezzo di euro, 1.543.800 per l’esattezza.

    Leggi l'articolo»

  • Mercoledì 21 gennaio 2015
    ore 17.30, Camera di Commercio di Parma

    INCONTRO il credito cooperativo come fattore di sviluppo delterritorio e della coesione sociale

    Mercoledì 21 gennaio ore 17.30
    Camera di Commercio di Parma
    via verdi, 2 - Parma

    INCONTRO: "Il credito cooperativo come fattore di sviluppo del territorio e della coesione sociale"

    Scarica PDF»

  • Newsletter speciale
    gennaio 2015

    Newsletter speciale gennaio 2015

    Consulta la speciale newsletter di gennaio.

    Scarica PDF»

  • Banca di Parma,
    la città risponde

    Banca di Parma, la città risponde

    Continua la raccolta di sottoscrizioni da parte di Banca di Parma – Credito Cooperativo per l'aumento di capitale.

    Articolo completo Gazzetta di Parma»

  • Banca di Parma
    al rush finale

    Banca Parma 1.215 soci

    Manca solo un giorno alla conclusione della raccolta delle adesioni all'aumento di capitale sociale Banca di Parma – Credito Cooperativo in fase autorizzativa Banca d'Italia, entro il 13 gennaio, infatti, il Comitato Promotore dovrà rispondere a Banca d'Italia.

    Articolo completo Gazzetta di Parma»

  • Banca di Parma
    oltre le aspettative

    Banca Parma 1.215 soci

    Già nella mattinata del 12 gennaio 2015 è stato raggiunto l'obiettivo: i 964.000 euro e, nel corso della giornata, è stato ampiamente sfondato il muro del milione di euro.

    Articolo completo Gazzetta di Parma»

  • La segreteria si
    è trasferita nella nuova sede

    La segreteria si è trasferita nella nuova sede

    Gli uffici si sono trasferiti in stradello Marche, 6 a Parma (laterale di viale Tanara) dietro la futura sede di Banca di Parma.
    I numeri telefonici rimangono invariati.
    L'accesso agli uffici (con l'autovettura) è da via Umbria.


Banca d’Italia chiede gli ultimi adempimenti entro il 13 gennaio

  • Alfredo Aleesandrini

    Alessandrini: «Il momento è decisivo, serve uno sforzo comune»

    È stata molto partecipata la riunione straordinaria che si è svolta lunedì scorso, 5 gennaio alla Camera di Commercio, indetta per illustrare gli ultimi adempimenti richiesti da Banca d’Italia. Dopo aver brevemente tracciato il percorso degli ultimi mesi, Alfredo Alessandrini, presidente di Banca di Parma – Credito Cooperativo (in fase autorizzativa Banca d’Italia) ha illustrato nel dettaglio le recentissime richieste dell’autorità di Vigilanza, richieste alle quali sarà necessario rispondere improrogabilmente entro il 13 gennaio.

    Articolo completo, Gazzetta di Parma gennaio 2015

  • Alfredo Aleesandrini

    Fase Finale. Le risposte agli adempimenti richiesti dalla Banca D'Italia hanno tempi stretti: entro il 13 gennaio. Lunedì 5 gennaio è previsto un incontro con i soci per illustrare gli ultimi passaggi.

    Articolo completo, Gazzetta di Parma 3 gennaio 2015

  • Alfredo Aleesandrini

    Verso l'autorizzazione di Banca d'Italia Stato di avanzamento delle pratiche per l'esercizio dell'attività bancaria

    Purtroppo è vero che i tempi dell'iter di autorizzazione si sono allungati ma non per inefficienza del Consiglio di Amministrazione bensì per ragioni esterne. Sul finire del 2012, infatti, Banca d'Italia ha posto in consultazione, per le eventuali osservazioni da parte degli istituti di credito, le nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche.
    Queste disposizioni, contenute nel 14° aggiornamento alla Circolare n. 263 del 27 dicembre 2006, sono entrate in vigore il 23 aprile 2013 e si applicano sia alle banche di nuova costituzione che a quelle non ancora autorizzate. Esse prevedono, fra le altre cose, l'innalzamento del capitale sociale minimo per la costituzione di banche di credito cooperativo da 2.000.000 a 5.000.000 euro.

    Continua a leggere

  • Come è investito il capitale sociale di Banca di Parma - Credito Cooperativo

    Come è investito il capitale sociale di Banca di Parma - Credito Cooperativo

    Il capitale sociale era inizialmente investito in forma libera su conto corrente di corrispondenza all'epoca ben remunerato dal sistema bisognoso di liquidità in periodo antecedente all'immissione di liquidità sul sistema stesso dalla BCE. Il CdA ha poi ritenuto, in previsione di un calo dei tassi, di convertire l'investimento in Certificato di Deposito vincolato per 11 mesi con scadenza il 24 febbraio 2014.

    Continua a leggere»

  • Gestione del risparmio

    Gestione del risparmio

    Saper autovalutare le proprie conoscenze finanziarie, fondamentale prima di fare investimenti

    Banca di Parma - Credito Cooperativo, nell'ambito della propria attività formativa ha tenuto un corso avanzato su tematiche economico finanziarie di attualità. Il ciclo di lezioni è stato reso possibile anche grazie alla collaborazione dei professori Gino Gandolfi, Giulio Tagliavini e Giovanni Verga, docenti del dipartimento di Economia dell'Università degli Studi di Parma.

    Continua a leggere»

  • Emilbanca è il nostro tutor!

    Emilbanca è il nostro tutor!

    Emil Banca, bcc di Bologna con 47 sportelli, ha dato la disponibilità a essere tutor di Banca di Parma - Credito Cooperativo. Notizia molto importante in quanto le nuove disposizioni di vigilanza da Banca d'Italia prevedono che verrà valutata positivamente la presenza di forme di tutoring del progetto. Emil Banca accompagnerà in tutte le fasi d'impianto e di tipo organizzativo successive alla partenza dell'istituto.